Quantcast
La rivista per la scuola e per la didattica
kit per la valutazione TESTI SCOLASTICI

Next Challenge di ELI, la proposta di inglese per la secondaria di primo grado piace agli insegnanti

In vista del prossimo anno scolastico la casa editrice ELI propone Next Challenge, testo per la scuola secondaria di primo grado pensato per rispondere alle sfide educative con cui oggi gli insegnanti di inglese devono misurarsi.

Si tratta, infatti, di un testo sviluppato per favorire un utilizzo comunicativo dell’inglese che induce gli studenti ad apprendere e usare la lingua viva mentre ci si confronta con stimoli di vario tipo finalizzati all’acquisizione di skills che superano l’ambito strettamente linguistico promuovendo, così, una forma di apprendimento corale, multisensoriale e partecipativo.

Next Challenge appare sviluppato a partire dalla consapevolezza che un percorso di apprendimento di successo oggi richiede che gli studenti siano costantemente coinvolti attraverso attività che forniscano stimoli che agiscono su piani diversi. Allo stesso tempo adotta una metodologia altamente inclusiva per cui il docente troverà il materiale necessario per semplificare i contenuti per gli studenti più deboli e per proporre piccole sfide ai più forti.  

Il testo di ELI si pone l’obiettivo di far sì che gli studenti riescano ad esprimersi in inglese già durante le prime lezioni così che il riuscire subito a comunicare in lingua possa essere uno stimolo all’apprendimento. Questo obiettivo è perseguito da Next Challenge attraverso l’utilizzo di numerosi video ed esercizi di ascolto ma anche attraverso il modo in cui è presentato il lessico target in ciascuna unità. I vocaboli, infatti, presentano le sillabe accentate in colore così che gli studenti possano fin da subito focalizzarsi sulla pronuncia corretta dei termini, questo favorirà poi anche la comprensione della lingua parlata, il cui apprendimento avviene in modo naturale anche grazie ai molti esercizi di speaking.

La lingua autentica, presentata così come è realmente usata dai suoi parlanti madrelingua, diventa anche il mezzo attraverso cui gli studenti imparano a conoscere la cultura inglese, con lo studio della civiltà e attività di educazione civica, così come ad utilizzare la lingua per trattare argomenti pertinenti ad ambiti specifici. Ciò avviene con le attività di CLIL, con focus sugli obiettivi dell’Agenda 2030, con la Digital Challenge, che invita a dare spazio ad un tipo di apprendimento che sfrutta le tecnologie digitali, e con i progetti STEM. Questi ultimi sono contenuti anche nello Yearbook, una raccolta di fascicoli che forniscono materiale aggiuntivo per lavorare su alcuni aspetti della lingua, quali il vocabolario e la scrittura, e che contengono anche una STEM Challenge, una guida per portare a termine un vero e proprio esperimento scientifico.

L’approccio alla grammatica è di tipo sia induttivo che deduttivo poiché le regole sono spiegate in modo chiaro, anche attraverso l’utilizzo di schemi e mappe inclusive facilmente leggibili, mentre il Workbook propone esercizi che richiedono che lo studente deduca il corretto utilizzo di una certa regola per poter completare l’attività.

Next Challenge è dunque un testo ricco di materiale stimolante che si propone di supportare docenti e studenti lungo un percorso di apprendimento fondato sulla partecipazione attiva e che contribuisca alla formazione dello studente. Il testo, infatti, favorisce anche l’acquisizione di conoscenze e lo sviluppo di competenze che non si limitano al solo saper formulare frasi grammaticalmente e sintatticamente corrette nella lingua di studio ma che fanno dell’inglese sia l’oggetto che un mezzo di apprendimento. 

CONDIVIDI L'ARTICOLO

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

great

📚 Hai visto la novità?

X