La rivista per la scuola e per la didattica
scuola.me billboard scuola.me full APPRENDIMENTO

Dai 2 ai 7 anni: una fascia d’età cruciale per lo sviluppo cerebrale dei bambini

scienziate nella storia 2022

invalsi 2022

Nella fascia di età che va dai 2 ai 7 anni il cervello dei bambini è una vera e propria spugna. Le esperienze vissute in questo periodo possono avere conseguenze permanenti nello sviluppo cerebrale di qualsiasi bambino.

LO SVILUPPO CEREBRALE NEL BAMBINO: COME FUNZIONA?

Il cervello di un bambino si sviluppa in diverse fasi chiamate periodi critici. Il primo periodo critico si verifica intorno all’età di 2 anni, mentre il secondo durante l’adolescenza. All’inizio di questi periodi, il numero di connessioni (sinapsi) tra cellule cerebrali (neuroni) raddoppia.

Cosa significa questo? In parole povere, i bambini di due anni hanno il doppio delle sinapsi degli adulti. Poiché queste connessioni tra le cellule cerebrali rappresentano il luogo in cui avviene l’apprendimento, le sinapsi raddoppiate permettono al cervello di imparare più velocemente che in qualsiasi altro momento della vita. Pertanto le esperienze dei bambini in questa fase hanno effetti duraturi sul loro sviluppo.

COME MASSIMIZZARE LO SVILUPPO CEREBRALE DURANTE QUESTA FASE

Come abbiamo detto, questo primo periodo critico di sviluppo del cervello inizia intorno all’età di 2 anni e si conclude intorno ai 7. Esso fornisce una prima opportunità per gettare le basi per un’educazione olistica per i bambini.

Continua a leggere dopo la pubblicità

Come fare per massimizzare lo sviluppo in questo periodo così importante? Alcuni modi per ottenere il meglio da  questa fase includono:

  • incoraggiare l’amore per l’apprendimento
  • concentrarsi sull’ampiezza di apprendimento anziché sulla profondità
  • prestare attenzione all’intelligenza emotiva
  • non trattare l’educazione dei bambini come un semplice precursore dell’apprendimento “vero e proprio”.

ESEMPI DI GESTIONE DELL’APPRENDIMENTO NELLA FASE 2-7 ANNI

I bambini hanno bisogno di godersi il processo di apprendimento invece di concentrarsi sulle prestazioni. Per far sì che questo accada, insegnanti e genitori possono sottolineare le gioie di provare nuove attività e di imparare qualcosa di nuovo. Inoltre è importante in questa fase aiutare i bambini a capire che gli errori sono una parte gradita e soprattutto normale dell’apprendimento.

È fondamentale non focalizzarsi su un’attività sola ma ampliare il raggio d’azione. Esporre i bambini a un’ampia varietà di attività costituisce una base per lo sviluppo di competenze in una serie di settori. Questo è il momento giusto per coinvolgere i bambini in musica, lettura link esterno, sport, matematica link esterno, arte, scienza e lingue.

Cosa ne pensi di questa informazione? Condividi il contenuto e scorri verso il basso per scoprire altre interessanti notizie

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Pubblicità

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

great

Open chat