La rivista per la scuola e per la didattica

NOTIZIE

Sei motivi per cui bisogna leggere (e rileggere) il Piccolo Principe

Il piccolo principe è un classico di Antoine de Saint-Exupéry, pubblicato nel 1943 ma diventato subito leggenda e passato di generazione in generazione. È la storia di un bambino, ma è molto più che un libro dedicato all’infanzia: il tema principale del libro è importantissimo per tutti, indipendentemente dall’età: imparare a capire con il cuore.

Chiunque l’abbia letto sa che non è assolutamente un libro solo per bambini, ma è anche molto amato dagli adulti.

Per chi non l’abbia ancora letto, ecco sei motivi per cui non perderlo.

RICCO DI AFORISMI FAMOSI

Le frasi contenute nel libro sono diventate un culto, stampate su quadri, oggetti, poster e molto altro. E i motivi non stupiscono. Ogni frase tocca corde diverse ed è interpretabile con il cuore. La mia preferita è quella sulle stelle: “Tu avrai delle stelle che nessuno ha… Quando tu guarderai il cielo, la notte, visto che io abiterò in una di esse, visto che io riderò in una di esse, allora sarà per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che sanno ridere!”.

GUARDARE IN MODO DIFFERENTE

Il piccolo principe ci parla dell’importanza di guardare da diversi punti di vista, ci insegna il valore di cambiare prospettiva. Già dal primo incontro tra i protagonisti e dai primi istanti, da quando il bambino chiede al pilota di disegnare una pecora e il pilota disegna una scatola, siamo sbalorditi dall’inaspettato. Ognuno di noi, come il pilota e il bambino, può vedere le cose in modo differente. Il punto di vista degli altri è tanto semplice quanto misterioso e sorprendente.

LA ROSA

Una delle parti migliori del libro, che lo rende imperdibile, è quella in cui si parla dell’accudimento della rosa. Anche chi non ha mai letto il libro o non lo conosce bene, sicuramente ha letto la frase “È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”. Chiunque legga questa frase può ricondurla a parti della propria vita molto importanti e scoprire il valore di ciò che abbiamo intorno e a non darlo mai per scontato.

Continua a leggere dopo la pubblicità

UN MANUALE DI EMOZIONI

Le lezioni di vita che ci insegna Il piccolo principe non hanno prezzo. Gli insegnamenti che ci trasmette a proposito di vari aspetti della vita, l’affetto, le risate, l’amicizia, la compassione, parlano a tutti indistintamente e tutti si possono riconoscere in essi.

È SEMPRE COMPRENSIBILE

È un libro facile da leggere: si può prendere e lasciare, aprire a caso e leggere ciò che si trova, eventualmente, senza paura di non capire perché non si sono lette le parti precedenti. La simbologia da cui è pervaso rende ogni frase e ogni paragrafo perfettamente comprensibile e fornisce spunti su cui riflettere, anche senza leggere il libro intero.

SENZA TEMPO

Il piccolo principe è senza tempo: il classico tocca i temi dell’infanzia, dell’immaginazione e dell’inevitabile momento della crescita. In qualsiasi momento lo si legga può parlare all’anima, che lo legga da bambini, che lo si legga perde i bambini o che lo si legga nell’adolescenza o nell’età adulta. Chi pensa che Il piccolo principe sia un libro scritto solo per bambini sbaglia! Ogni volta che lo si legge, in qualsiasi periodo della vita lo si legga, è possibile portare con sé messaggi diversi.

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Pubblicità

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Open chat