La rivista per la scuola e per la didattica

La storia di Primo, l’alunno che voleva primeggiare: l’emozionante racconto di Gianni Rodari

primo gianno rodari

In classe c’è un bambino. Il suo nome è Primo. Primo ha deciso che vuole essere il primo in tutte le cose. Vuole essere il primo a rendere felici i suoi insegnanti, i suoi genitori, i suoi amici, vuole arrivare primo in tutte le cose per non deludere le persone intorno a lui, dare loro soddisfazioni, specchiarsi nei loro occhi e vedere orgoglio. Vuole essere visto e vuole sentire che …

Leggi TuttoLa storia di Primo, l’alunno che voleva primeggiare: l’emozionante racconto di Gianni Rodari

Bill Gates e Steve Jobs hanno vietato la tecnologia ai figli fino ai 14 anni, questo dovrebbe farci riflettere

bill gates e steve jobs

Bill Gates e Steve Jobs, insieme ad altri personaggi celebri nel settore tecnologico, hanno affermato la loro ferma convinzione, in diverse interviste, nel voler limitare l’uso della tecnologia per i propri figli. Tecnologia che essi stessi creano con i loro prodotti d’avanguardia e questo dovrebbe farci ragionare. Andiamo a vedere in questo articolo cosa ha spinto questi personaggi a una linea così severa. IL POTERE DI CREARE DIPENDENZA Uno dei …

Leggi TuttoBill Gates e Steve Jobs hanno vietato la tecnologia ai figli fino ai 14 anni, questo dovrebbe farci riflettere

La passione per i dinosauri rende i bambini intelligenti

dinosauri

Anche se non hai un bambino con un’estrema passione per i dinosauri, è comunque probabile che tu ne conosca almeno uno. C’è qualcosa negli animali preistorici che sembra catturare l’immaginazione dei più piccoli in particolare. E sembra che la loro ossessione possa portare molti benefici grazie alla dimostrazione di una ricerca che tale ‘”intenso interesse” possa aumentare le competenze linguistiche di un bambino, tra le altre cose. I RISULTATI DELLA …

Leggi TuttoLa passione per i dinosauri rende i bambini intelligenti

Lo sguardo di approvazione della maestra è più gratificante di un 10

sguardo di approvazione della maestra

David Bueno, genetista e divulgatore di neuroscienze educative, in un’intervista, ha espresso tutta la sua conoscenza riguardo questo nuovo campo scientifico e come questo possa aiutare ad educare i bambini nel modo migliore. IL CERVELLO APPLICATO ALL’EDUCAZIONE Negli ultimi anni le neuroscienze educative hanno fatto passi da gigante nell’evoluzione di nuove strategie per comprendere al meglio il funzionamento del cervello in occasione dell’apprendimento. In particolare, si è scoperto quali siano …

Leggi TuttoLo sguardo di approvazione della maestra è più gratificante di un 10

Leggere le favole fa bene al cervello dei bambini, nell’attività didattica educano la mente

favole

La rivista Pediatrics ha pubblicato uno studio che ha utilizzato la risonanza magnetica funzionale per studiare l’attività cerebrale nei bambini dai 3 ai 5 anni, mentre ascoltavano favole adatte alla loro età. I ricercatori hanno trovato differenze nell’attivazione cerebrale in base a quanto i bambini fossero abituati alla lettura in casa. LEGGERE LE FAVOLE AI PROPRI FIGLI È IMPORTANTE I bambini i cui genitori hanno riportato più letture a casa …

Leggi TuttoLeggere le favole fa bene al cervello dei bambini, nell’attività didattica educano la mente

Le 7 competenze dell’insegnante del 2021

Gli insegnanti di oggi sono grandiosi angeli multitasking che si destreggiano tra mille compiti, mille competenze sempre in accrescimento, in miglioramento e in espansione. Insegnano a leggere, a scrivere e a contare ma allo stesso tempo sono asciugatori di lacrime, cabarettisti, si occupano delle svariate incombenze burocratiche scolastiche e sono grandi ascoltatori. Ecco quali sono le 7 competenze dell’insegnante del 2021: GUARDIANO DEL COVID Se c’è una cosa che il …

Leggi TuttoLe 7 competenze dell’insegnante del 2021

Dietro ogni alunno “difficile” c’è un bambino in difficoltà ad esprimere le proprie emozioni

alunno difficile nuovo

I bambini non sono tutti uguali, questo lo sappiamo bene. Può capitare per qualche insegnante di avere a che fare con un alunno difficile, o anche più di uno. Ma cosa si intende esattamente con questo termine? Si parla di bambini difficili quando questi fanno fatica ad esprimere al meglio le proprie emozioni. Diventa difficile, quindi, gestirli poiché la difficoltà espressiva li porta a reagire in modo negativo: isolandosi, diventando …

Leggi TuttoDietro ogni alunno “difficile” c’è un bambino in difficoltà ad esprimere le proprie emozioni

L’empatia diventa materia scolastica per far capire agli studenti che il “Noi” viene prima dell’Io

empatia diventa materia scolastica

Forse uno dei motivi per cui la Danimarca sia considerata tra i paesi più felici al mondo è anche questo: si studia l’educazione emozionale a scuola. L’empatia diventa materia scolastica obbligatoria per gli tutti gli studenti. Quando si tratta di educare un alunno, la maggior parte dei sistemi scolastici si concentra principalmente, se non del tutto, su materie accademiche come la matematica, le lingue straniere o la grammatica. Lasciano fuori …

Leggi TuttoL’empatia diventa materia scolastica per far capire agli studenti che il “Noi” viene prima dell’Io

Ritorno alla didattica in presenza, ripartiamo dall’educazione emotiva

educazione emotiva

Educare un bambino non è un gioco da ragazzi. Anche perché ognuno di essi ha caratteristiche singolari che lo rendono diverso dagli altri. Questo significa che l’esperienza di educazione dei bambini è strettamente personale e non può essere standardizzata. L’educazione emotiva consiste proprio in questo: nel dirigere i bambini a capire ed accettare il proprio temperamento e le proprie caratteristiche. Sviluppando l’intelligenza emotiva, i bambini saranno in grado di utilizzare …

Leggi TuttoRitorno alla didattica in presenza, ripartiamo dall’educazione emotiva

Hai visto la novità?

X

estate al via 2024