La rivista per la scuola e per la didattica
OPINIONI

Se la scuola non si è disgregata è solo grazie a insegnanti motivati che sono responsabili e generosi

insegnanti motivati

Sempre più bambini, alla domanda “Che cosa vuoi fare da grande?” danno risposte molto diverse da quelle che “noi” davamo da piccoli. I ragazzi delle generazioni passate aspiravano a diventare insegnanti, veterinari, medici, astronauti, pittori. O anche negozianti di qualcosa che ci attirava molto: io ho avuto la fase in cui volevo avere un negozio di profumi, che poi è diventato una cartoleria e poi un negozio di animali. Una …

Leggi TuttoSe la scuola non si è disgregata è solo grazie a insegnanti motivati che sono responsabili e generosi

VALUTAZIONE

Un bambino non è il voto scolastico che ottiene, successo e felicità non dipendono da un numero

voto scolastico

Le nuove pagelle vedono un cambiamento radicale nella valutazione: scompare il voto scolastico numerico fino a 10 e al suo posto ci sono quattro livelli di giudizio. Nel febbraio di quest’anno, il 2021, gli studenti hanno ricevuto per la prima volta questo nuovo tipo di scheda di valutazione. COSA È CAMBIATO NEL DETTAGLIO Le materie di studio: ogni disciplina non è più valutata singolarmente con un voto numerico ma è …

Leggi TuttoUn bambino non è il voto scolastico che ottiene, successo e felicità non dipendono da un numero

MATEMATICA

La matematica in prima: allontaniamo la noia, apriamo la porta alla gioia

matematica in prima primaria

Qual è uno dei peggiori ostacoli per imparare? La noia! Chiedete a un bambino o a una bambina di due anni: “Quanti anni hai?” Ora scontato! Pronti per la prova Invalsi 2024? Le Prove Nazionali INVALSI 2024 si svolgeranno da marzo a maggio. L’arco temporale e le date di somministrazione variano in base al grado scolastico e alle materie. SCOPRILI TUTTI Risponde due e alza le due dita della mano …

Leggi TuttoLa matematica in prima: allontaniamo la noia, apriamo la porta alla gioia

EDUCAZIONE

Ritorno alla didattica in presenza, ripartiamo dall’educazione emotiva

educazione emotiva

Educare un bambino non è un gioco da ragazzi. Anche perché ognuno di essi ha caratteristiche singolari che lo rendono diverso dagli altri. Questo significa che l’esperienza di educazione dei bambini è strettamente personale e non può essere standardizzata. L’educazione emotiva consiste proprio in questo: nel dirigere i bambini a capire ed accettare il proprio temperamento e le proprie caratteristiche. Sviluppando l’intelligenza emotiva, i bambini saranno in grado di utilizzare …

Leggi TuttoRitorno alla didattica in presenza, ripartiamo dall’educazione emotiva

DIDATTICA A DISTANZA

Ma Dad non significa disastro a distanza

dad

Ormai è un anno che i nostri giovani ed insegnanti sono costretti a studiare ed insegnare (prevalentemente) in modalità Didattica a Distanza (Dad). È noto quanto questa sia vantaggiosa in termini di contenimento dei contagi, ma essa pone anche fattori negativi altrettanto preoccupanti, non solo in termini di prestazioni da entrambe le parti (studio/insegnamento), ma anche per quanto riguarda la salute mentale di tutti, proprio tutti: studenti, insegnanti, ma anche …

Leggi TuttoMa Dad non significa disastro a distanza

OPINIONI

La scuola è un’istituzione, non un commento sui gruppi Whatsapp

gruppi Whatsapp

Capita sempre più frequentemente di assistere ad un fenomeno molto in voga, spesso posto in essere da alcuni genitori nei confronti degli insegnanti dei propri figli, si tratta di quella tendenza a mettere in discussione le scelte didattiche, metodologiche e operative attuate dai docenti. Lo si fa dapprima diffondendo nei famigerati gruppi whatsapp giudizi, riflessioni “ad alta voce” o velate, vere e proprie campagne di delegittimazione, per poi approdare alla …

Leggi TuttoLa scuola è un’istituzione, non un commento sui gruppi Whatsapp

OPINIONI

Il vero ruolo dell’insegnante è aprire mondi e aperture mai pensate prima

ruolo dell’insegnante

Al giorno d’oggi insegnare è una pratica difficile per diversi motivi. Innanzitutto, la scuola, come istituzione e come autorità, perde di credibilità e di considerazione di anno in anno, ad un ritmo che diventa sempre più incalzante man mano che il tempo passa. In secondo luogo, c’è la percezione di una mancanza di interesse da parte degli studenti, i quali non ascoltano, non leggono, non parlano. Su questo argomento si …

Leggi TuttoIl vero ruolo dell’insegnante è aprire mondi e aperture mai pensate prima

LATINO

Ripristiniamo il latino alle medie, per ritornare a scrivere in italiano come si deve

latino alle medie

Gli studenti fanno sempre più fatica con lo studio della lingua italiana. In particolare, diversi studi hanno dimostrato un peggioramento progressivo della capacità di scrittura nella lingua italiana da parte degli studenti universitari e non solo. La soluzione? Riprendere lo studio del latino nelle medie (scuola secondaria di primo grado). Questa sarebbe la nuova proposta per molti professori. Andiamo a vedere perché il latino dovrebbe essere importante per lo studio …

Leggi TuttoRipristiniamo il latino alle medie, per ritornare a scrivere in italiano come si deve

È nato #altuofianco Sostegno

X