La rivista per la scuola e per la didattica
LETTURE

Una maestra alle adolescenti di oggi: “Leggete Piccole Donne e capirete il perché”

piccole donne

Louisa May Alcott scrisse il capolavoro “Piccole Donne” nel lontano 1868, un’opera che ha resistito al passare del tempo, mantenendo la sua rilevanza e la sua profondità oltre un secolo e mezzo dopo la sua pubblicazione. Sebbene il mondo sia radicalmente diverso da quanto descritto nel romanzo, le parole dell’autrice continuano a toccare il cuore dei lettori, offrendo lezioni intemporali. Piacevole ed intimo il quadretto delle quattro sorelle intente a …

Leggi TuttoUna maestra alle adolescenti di oggi: “Leggete Piccole Donne e capirete il perché”

EVENTI

Venerdì è la giornata dei Calzini Spaiati 2024, tutte le migliori attività per celebrarla nella scuola primaria

calzini spaiati 2024

La Giornata dei Calzini Spaiati 2024, che festeggiamo ogni primo venerdì di febbraio, ha origini affettuose e divertenti. Ideata da Sabrina Flapp, maestra in una scuola primaria del Friuli nel 2010, l’iniziativa mira a sensibilizzare i bambini sulla diversità in modo giocoso e colorato. Utilizzando il tema dei calzini spaiati, questa giornata celebra valori positivi come l’amicizia, la condivisione e la valorizzazione delle peculiarità di ciascun individuo. La data scelta, …

Leggi TuttoVenerdì è la giornata dei Calzini Spaiati 2024, tutte le migliori attività per celebrarla nella scuola primaria

EDUCAZIONE

Sottostimare i bambini è una manipolazione invisibile che li rende totalmente dipendenti dagli adulti — e a noi fa comodo così

sottostimare i bambini

Si sentono spesso insegnanti e genitori lamentarsi che i bambini non riescono più a svolgere attività manuali semplici come ritagliare, tagliare del cibo o riordinare la loro camera. D’altra parte c’è una fitta schiera di genitori molto, troppo protettivi con i loro figli: genitori che, preoccupati per possibili infortuni, precludono molte esperienze ai propri figli. Terrore di infortuni, terrore di malattie, terrore di abiti sporchi: sareste sorpresi se sapeste quanti …

Leggi TuttoSottostimare i bambini è una manipolazione invisibile che li rende totalmente dipendenti dagli adulti — e a noi fa comodo così

APPRENDIMENTO

Unità di Apprendimento: la base della programmazione per competenze

unità di apprendimento

Le Nuove Indicazioni Nazionali per il curricolo del 2012 mettono alla base del processo di insegnamento/apprendimento le competenze e in modo specifico le Competenze Chiave del Consiglio Europeo (2006). Queste competenze devono essere il riferimento per gli obiettivi della formazione di base e l’elaborazione del profilo formativo a conclusione del primo grado di Istruzione. In questa ottica definiscono e suggeriscono un cambio di prospettiva nel rapporto insegnamento/ apprendimento, cambio reso …

Leggi TuttoUnità di Apprendimento: la base della programmazione per competenze

NOTIZIE

Il professor Barbero va in pensione, il video della sua ultima lezione (tra gli applausi) è diventata virale

barbero va in pensione

“Alessandro Barbero, ti siamo vassalli” e @primovassallo, rispettivamente un gruppo Facebook e una pagina Instagram, sono solo due dei numerosi profili creati sui social in onore del professore che ha fatto amare la storia a tutti. Torinese classe 1959, con il suo carisma magnetico e la sua capacità di raccontare eventi storici come se stesse narrando avvincenti fiabe, si è fatto amare, e ha fatto amare la storia semplicemente attraverso …

Leggi TuttoIl professor Barbero va in pensione, il video della sua ultima lezione (tra gli applausi) è diventata virale

VIDEO

Non abbiate paura di dire ai prof “non ho capito”

non ho capito

Succede ogni volta che si spiega qualcosa di nuovo: l’insegnante chiede ai bambini se hanno capito, e tutti annuiscono. A volte annuiscono con lo sguardo perso nel vuoto e, proprio allora, il sesto senso da insegnante interviene e ci fa comprendere che è necessario rispiegare. Iniziamo con lo svelare un piccolo sporco segreto: agli insegnanti non dispiace ripetere le cose, anzi, sono lì per questo! Non abbiate paura di dire …

Leggi TuttoNon abbiate paura di dire ai prof “non ho capito”

SOSTEGNO

L’inclusione scolastica fa un grande passo avanti con i “Racconti di CamminAutismo”

racconti di camminautismo

Mi sono imbattuta per caso nel percorso di Graziano Lomagistro e del suo “camminAutismo”. Stavo cercando informazioni sull’autismo per comprendere meglio mio figlio e, soprattutto, qualcosa che mi permettesse di sperare. Stavo cercando un sogno. E l’ho trovato in questo meraviglioso progetto. Sono cresciuta sentendomi dire che dovevo tenere i “piedi per terra”, che il pensiero utopistico non mi avrebbe portato a nulla. Eppure, dentro di me, ho sempre sentito …

Leggi TuttoL’inclusione scolastica fa un grande passo avanti con i “Racconti di CamminAutismo”

EDUCABILITY

L’antifragilità a scuola, Alessandro D’Avenia si dedica agli insegnanti e sarà relatore di Educability 2024

alessandro d'avenia

EducAbility è un evento promosso dal Gruppo Editoriale ELI che si svolge ogni anno in diverse città e online, affrontando tematiche differenti. Ogni edizione vede relatori provenienti dai settori della scuola, della psicologia, del giornalismo, della letteratura e della pedagogia. Esperti di comunicazione, scuola e nuovi media affrontano ogni anno temi attuali. Quest’anno, l’Intelligenza Artificiale, il nuovo Umanesimo e il loro impatto sulla gestione e la vita di una classe …

Leggi TuttoL’antifragilità a scuola, Alessandro D’Avenia si dedica agli insegnanti e sarà relatore di Educability 2024

VALUTAZIONE

Il maestro che usa messaggi motivazionali al posto dei voti sui quaderni: “Ti voglio bene, posso aiutarti ad impegnarti di più?”

messaggi motivazionali al posto dei voti

“Il tuo quaderno è bellissimo e sono contento del lavoro svolto. Stai crescendo splendidamente e sei molto migliorata nella gestione delle emozioni. Ti voglio bene”. Quanti bambini e bambine sarebbero maggiormente motivati e felici di venire a scuola se avessero un insegnante che, invece di sbrigativi giudizi, scrive loro queste parole? Il giovane insegnante Gabriele Camelo ha postato su Facebook i messaggi che scrive sui quaderni dei suoi alunni. Il …

Leggi TuttoIl maestro che usa messaggi motivazionali al posto dei voti sui quaderni: “Ti voglio bene, posso aiutarti ad impegnarti di più?”

OPINIONI

«Lasciamo stare Cenerentola». Fiabe e favole sono materie letterarie in cui conta la sostanza, non l’apparenza

cenerentola

“Siamo sicuri che se Biancaneve fosse stata una cozza il cacciatore l’avrebbe salvata lo stesso?”. Paola Cortellesi inaugura l’anno accademico della Luiss con quello che da più parti viene giudicato un monologo sugli “stereotipi sessisti”. Alcune battute del discorso riguardano Cenerentola e Biancaneve.: “Perché il principe ha bisogno di una scarpetta per riconoscere Cenerentola…” oppure… “faceva la colf ai sette nani”. Ora, il punto è che fiabe e favole sono …

Leggi Tutto«Lasciamo stare Cenerentola». Fiabe e favole sono materie letterarie in cui conta la sostanza, non l’apparenza

È nato #altuofianco Sostegno

X