La rivista per la scuola e per la didattica
EDUCAZIONE

Educazione civica a scuola, il progetto per insegnarla in maniera semplice ed immediata dalla prima alla quinta

educazione civica a scuola

Il compito della scuola, ma non solo, dell’istruzione e dell’educazione in generale, dovrebbe essere il formare future persone adulte rispettose dell’ambiente, del mondo, delle persone, di se stessi e delle istituzioni. L’insegnamento dell’educazione civica a scuola è la disciplina di studio che si prefigge questo obiettivo, attraverso attività, discussione interattiva e partecipativa e utilizzo di materiale didattico. Ma l’educazione civica, in realtà, è molto di più. L’educazione civica svolta a …

Leggi TuttoEducazione civica a scuola, il progetto per insegnarla in maniera semplice ed immediata dalla prima alla quinta

MATEMATICA

Le neuroscienze ora confermano che tutti possono diventare bravi in matematica, ecco perché dovremmo cambiare modo di insegnarla

bravi in matematica

Molti bambini credono di non capirla, di non essere bravi in matematica, di non poter raggiungere buoni risultati nell’apprendimento di questa disciplina. Spesso famiglie e insegnanti tendono, in buona fede, a proteggere i bambini che mostrano difficoltà in matematica e a intervenire, correggere e aiutare, pensando di eliminare la frustrazione legata a questa disciplina e a conservare l’autostima dei bambini e dei ragazzi. In realtà tutti possono essere bravi in …

Leggi TuttoLe neuroscienze ora confermano che tutti possono diventare bravi in matematica, ecco perché dovremmo cambiare modo di insegnarla

OPINIONI

Stefano Zecchi: “Siamo nel pieno della bancarotta dell’educazione e la scuola ne è profondamente coinvolta”

Stefano Zecchi

Nel 2017 Stefano Zecchi scrisse un articolo in cui illustrava la bancarotta dell’educazione. Andiamo a vedere cosa intendesse e se si possa ritenere un fenomeno ancora attuale. L’EPISODIO L’articolo nasceva dal racconto di un episodio accaduto in un istituto superiore italiano: l’Itis Cardano. Il consiglio di classe dell’istituto tecnico avevano appena preso una decisione molto importante: non ammettere all’esame di maturità tre ragazzi colpevoli di aver aggredito compagni e docenti, …

Leggi TuttoStefano Zecchi: “Siamo nel pieno della bancarotta dell’educazione e la scuola ne è profondamente coinvolta”

APPRENDIMENTO

Quaderni operativi per la primaria? Una validissima scelta

quaderni operativi per la primaria

La didattica, a scuola, è composta da molte fasi e molte attività di tipo differente. La tendenza, negli ultimi anni, è cercare di strutturare, progettare e proporre una didattica di tipo laboratoriale, in cui molte attività sono concrete. La didattica si compone anche di momenti di conversazione, momenti interattivi in cui l’insegnante stimola e guida i bambini e i ragazzi verso l’espressione orale di idee, ipotesi, contenuti. Ma per consolidare …

Leggi TuttoQuaderni operativi per la primaria? Una validissima scelta

OPINIONI

Franco Di Mare sugli insegnanti: “Una vita passata sui libri e in corsi di formazione per ottenere lo stipendio più basso d’Europa”

franco di mare

Il giornalista e direttore di Rai 3 Franco Di Mare si è esposto a favore degli insegnanti in un’intervista di Uno Mattina, sostenendo che i salari dei docenti italiani siano tra i più bassi a livello europeo. GLI INSEGNANTI SONO COME I SEMI Il giornalista associa la figura degli insegnanti a quella di semi da coltivare, in quanto “sedimentano, danno frutti, producono risultati”. Nel momento in cui famiglie e scuola …

Leggi TuttoFranco Di Mare sugli insegnanti: “Una vita passata sui libri e in corsi di formazione per ottenere lo stipendio più basso d’Europa”

NOTIZIE

Troppi studenti scrivono male, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente

studenti scrivono male

Una lettera aperta è stata scritta qualche tempo fa su un problema che purtroppo possiamo ancora definire attuale al giorno d’oggi. Troppi studenti scrivono male in italiano, questa è l’accusa di seicento docenti universitari. Andiamo a ripercorrere alcuni passi della lettera per capire le cause di questa difficoltà. UN PROBLEMA ORMAI NOTO “È chiaro ormai da molti anni che alla fine del percorso scolastico troppi ragazzi scrivono male in italiano, …

Leggi TuttoTroppi studenti scrivono male, leggono poco e faticano a esprimersi oralmente

GESTIONE DELLA CLASSE

Seduti in cerchio per una didattica davvero efficace, il Circle Time è la strategia migliore per gestire la classe

circle time

Il circle time è il momento sociale della giornata scolastica più atteso dai bambini: pratica nata nei paesi anglosassoni, sta attualmente diventando una consuetudine anche qui da noi. COS’È IL CIRCLE TIME? Il circle time viene svolto solitamente appena i bambini arrivano a scuola, per dare inizio alla nuova giornata. È il momento in cui bambini e l’insegnante si siedono in cerchio sul pavimento (da qui l’origine del nome) e …

Leggi TuttoSeduti in cerchio per una didattica davvero efficace, il Circle Time è la strategia migliore per gestire la classe

GESTIONE DELLA CLASSE

Quattro cose che un insegnante dovrebbe fare per il rientro a scuola

rientro a scuola

Il rientro a scuola è sempre un momento delicato: insegnanti, bambini e genitori sono carichi e ricchi di speranze, ma allo stesso tempo pieni di ansie e preoccupazioni. Ancora di più in un momento storico come il secondo anno scolastico in presenza in tempo di Covid-19, con tutto l’insieme di regole, ristrettezze e direttive che ne sono scaturiti. Inoltre, all’inizio dell’anno è necessario gettare in modo positivo le basi per …

Leggi TuttoQuattro cose che un insegnante dovrebbe fare per il rientro a scuola

OPINIONI

Una scuola che non boccia è una scuola marcia e vuole il male delle generazioni successive

scuola che non boccia

Lo psichiatra Paolo Crepet avverte insegnanti e genitori circa i pericoli di una scuola troppo buonista che non boccia e che tollera troppo, e di una società che vuole proteggere eccessivamente i ragazzi. Le riflessioni che ci pone sono molto incisive e non risparmiano nessuna figura educativa. “Una scuola che non boccia è una scuola marcia”: parole molto difficili quelle di Crepet, che sostiene che una società che agisce in …

Leggi TuttoUna scuola che non boccia è una scuola marcia e vuole il male delle generazioni successive

Hai visto le novità?

X

estate al via 2024