La rivista per la scuola e per la didattica
DIDATTICA A DISTANZA

La DAD negli anni Sessanta: il maestro Alberto Manzi

Alberto Manzi

C’è un tesoro della storia italiana che purtroppo non è conosciuto quanto meriterebbe: il maestro Alberto Manzi. Il maestro Alberto nacque a Roma nel 1924 e fu il primo insegnante a fare didattica a distanza in televisione, negli anni Sessanta, con la sua trasmissione Non è mai troppo tardi. In questa trasmissione televisiva, andata in onda dal 1960 al 1968, il maestro Alberto svolgeva delle vere e proprie lezioni in …

Leggi TuttoLa DAD negli anni Sessanta: il maestro Alberto Manzi

FILOSOFIA

Introdurre filosofia alla primaria per insegnare ai bambini a sviluppare un pensiero critico

filosofia

Quando si pensa alla Filosofia, ci si scontra spesso con preconcetti nati da anni di comunicazione degradante nei suoi confronti: è noiosa, non serve a niente, è “roba vecchia”, inapplicabile nella vita reale, e poi di sicuro non ci si guadagna da vivere. Questa, però, è evidentemente una narrazione superficiale, anche causata dal metodo di studio obsoleto e sommario con cui la materia viene studiata nei licei, basato sull’apprendimento puramente …

Leggi TuttoIntrodurre filosofia alla primaria per insegnare ai bambini a sviluppare un pensiero critico

DIDATTICA A DISTANZA

Uno schermo non ti mostra quando un alunno si sente inadeguato

alunno si sente inadeguato

Dall’inizio della didattica a distanza, l’anno scorso, ogni bambino ha provato una moltitudine di emozioni diverse. C’è chi si è adattato quasi subito, prendendo velocemente dimestichezza con piattaforme per videolezioni e funzione mute, inizialmente orgoglioso delle proprie cuffie e del proprio microfono, c’è chi ha faticato di più, chi ha avuto bisogno dei suoi genitori accanto e chi preferiva seguire le lezioni da solo e chiedere aiuto solo se necessario. …

Leggi TuttoUno schermo non ti mostra quando un alunno si sente inadeguato

OPINIONI

Vecchioni agli studenti a distanza: “Non spaventatevi di perdere la presenza, l’apprendimento è dinamicità”

vecchioni agli studenti

Una delle paure che affliggono di più i nostri ragazzi in questi mesi difficili, è sicuramente quella di perdere tempo, o meglio: quello che li spaventa è la percezione di non sfruttarlo a dovere, di non riuscire a combinare niente, di vedere i giorni della loro giovinezza venir loro strappati davanti. Quando si è così giovani ci si sente persi anche in momenti di “normalità” – senza pandemie e quarantene …

Leggi TuttoVecchioni agli studenti a distanza: “Non spaventatevi di perdere la presenza, l’apprendimento è dinamicità”

OPINIONI

Empatia, pazienza e senso dell’umorismo: le tre qualità che ogni insegnante dovrebbe avere

qualità

Quali sono le qualità che un buon insegnante dovrebbe avere, o meglio, quali caratteristiche fanno di un insegnante un buon insegnante? Se ne potrebbero elencare a milioni. La passione per la propria professione, il desiderio di aggiornarsi e continuare a studiare per migliorarsi, la competenza nella propria materia di insegnamento… Ma se insegnare non è solo trasmettere ma prima di tutto essere, e l’insegnamento è, alla base di tutto, una …

Leggi TuttoEmpatia, pazienza e senso dell’umorismo: le tre qualità che ogni insegnante dovrebbe avere

INGLESE

Il nuovo libro di inglese delle elementari con i personaggi famosi dove la Regina Elisabetta ti spiega gli animali

inglese alla primaria

Negli ultimi anni si sente sempre più forte la necessità di rendere più autentico l’apprendimento, connetterlo alla realtà e nello specifico alla realtà in cui vive ogni bambino. Una didattica autentica, emotivamente coinvolgente e concreta, i cui elementi possano essere ritrovati dagli alunni nella vita reale, ha un impatto decisamente più significativo sulla vita dei bambini e rende ciò che viene appreso più durevole nel tempo. Spesso, in passato, è …

Leggi TuttoIl nuovo libro di inglese delle elementari con i personaggi famosi dove la Regina Elisabetta ti spiega gli animali

CORSIVO

Finlandia e Stati Uniti hanno detto addio al corsivo nella primaria, ma possiamo fare davvero a meno del suo insegnamento?

corsivo nella primaria

In un precedente articolo abbiamo già affrontato il tema del corsivo nella primaria, dibattendo su come e quando presentarlo agli alunni di prima. Non c’è stata una risposta univoca: c’è chi lo presenta in maniera graduale successivamente allo stampato e chi invece presenta tutti e 4 i caratteri nello stesso momento. Con la diffusione di Internet, è sempre più difficile trovare dei documenti o delle pagine web scritti in corsivo, …

Leggi TuttoFinlandia e Stati Uniti hanno detto addio al corsivo nella primaria, ma possiamo fare davvero a meno del suo insegnamento?

OPINIONI

Non chiamatela Generazione Covid

generazione covid

Gli adulti che stanno vivendo questo periodo storico si sentono smarriti, impauriti, disorientati. A faticare a rispettare le regole sono gli adulti, a uscire e riunirsi in gruppi quando non sarebbe consentito sono gli adulti, a faticare a indossare mascherine e dispositivi di sicurezza sono gli adulti. Ovviamente questa è una generalizzazione, la stragrande maggioranza degli adulti le regole le rispetta… ma tra chi non le rispetta, spesso, non ci …

Leggi TuttoNon chiamatela Generazione Covid

DIDATTICA A DISTANZA

Iniziamo a considerare una Backdoor for education

backdoor for education

Ciò che rende un gruppo di persone capace di risolvere comunitariamente un problema è il fondamento stesso del concetto di società. Il vantaggio evolutivo che l’uomo ha avuto rispetto ad altre specie animali è stato proprio quello di far diventare complessa e organizzata l’interazione tra coloro che partecipavano alla stessa comunità, facendo sì che il contributo dei singoli si tramutasse in un vantaggio strategico per l’intero gruppo. Questa evidenza del …

Leggi TuttoIniziamo a considerare una Backdoor for education

DETTATI

Meglio un dettato oggi che un errore domani

dettato al giorno 2023

Vi ricordate i dettati, quando eravate alla scuola primaria? Sicuramente molti ricordano gli sguardi di sconforto dei compagni quando la maestra, dopo aver fatto scrivere la data, annunciava il titolo del lavoro: “Dettato”. Il dettato è un’attività molto importante per rinforzare l’ortografia. Ma è realmente un esercizio noioso e soporifero?  Con qualche piccolo trucco lo si può trasformare in un’attività che i bambini aspettano con gioia e addirittura chiedono. Ecco i …

Leggi TuttoMeglio un dettato oggi che un errore domani

Hai visto le novità?

X

estate al via 2024