La rivista per la scuola e per la didattica
ESAME DI STATO

Maturità 2021, un mese all’esame: pubblicati i nomi dei presidenti esterni delle commissioni

Ormai manca pochissimo alla temuta Maturità 2021, ma gli studenti sembrano non avere ancora chiare le regole delle varie prove. In questo articolo abbiamo messo insieme tutti i dati e i consigli che abbiamo trovato sul web e che – in parte – abbiamo reperito dalla nostra esperienza, che ti aiuteranno ad affrontare la prova finale per eccellenza con il massimo della preparazione.

manuali maturità 2021

UNA MATURITÀ SIMILE A QUELLA DEL 2020

Se l’esame finale dello scorso anno è sembrato rivoluzionario per le sue caratteristiche anomale dovute alla pandemia in corso, quello di quest’anno seguirà all’incirca le stesse modalità per ovvi motivi. Al termine di un ulteriore anno svolto quasi completamente in DAD, sarebbe stata una follia riprendere le modalità tradizionali dell’esame di Maturità, effettivamente.

Nuovo!

Pronti per la prova Invalsi 2024?

Le Prove Nazionali INVALSI 2024 si svolgeranno da marzo a maggio. L’arco temporale e le date di somministrazione variano in base al grado scolastico e alle materie.

pronti per la prova invalsi 2024

Di seguito andiamo a vedere gli aspetti principali di questa nuova modalità:

  • La commissione cambia. A differenza della Maturità tradizionale, la cui commissione è composta da un mix di professori interni ed esterni, nella Maturità 2021 questa sarà quasi completamente interna (solo un membro esterno). I professori presenti sicuramente sono: quello di italiano, della lingua straniera principale e delle materie di indirizzo.
  • I requisiti di ammissione. Una piccola differenza tra la prova finale dello scorso anno e quella del 2021 sta proprio in questo aspetto. Non tutti gli studenti verranno ammessi automaticamente all’esame, ma ci si baserà sul voto finale di ogni materia come criterio di ammissione, il quale deve essere superiore a 6. Un altro aspetto che viene analizzato in occasione della decisione se ammettere lo studente o meno alla prova finale è la frequenza dei corsi. Lo studente deve, infatti, aver frequentato almeno ⅔ delle classi effettuate durante il corso dell’anno, fatta eccezione per i casi di impossibilità a seguire le lezioni da remoto. Gli invalsi e il PCTO non vengono, invece, considerati, come lo scorso anno.

COME FUNZIONANO I CREDITI

Una domanda che molti studenti continuano a porsi per la maturità 2021 è proprio questa. A cosa servono i crediti scolastici e come si acquisiscono? In realtà, non è un meccanismo complesso e adesso ti spieghiamo il perché.

I crediti scolastici costituiscono una parte sul totale della valutazione finale di ogni studente. Si può costruire nel corso degli ultimi tre anni del percorso di scuola secondaria superiore fino ad arrivare ad un punteggio massimo di 60 punti. Ma da cosa è composto questo punteggio?

  • dal voto medio di tutte le materie (compresa la condotta comportamentale) ottenuto alla fine di ogni anno scolastico (massimo 18 punti al terzo anno, 20 al quarto e 22 al quinto)
  • dalle attività extrascolastiche effettuate dallo studente.

C’è una novità riguardante il credito nella edizione 2021 della Maturità, legata alla decisione dello scorso anno di promuovere all’anno successivo tutti gli studenti. Questa scelta può aver portato alcuni studenti a proseguire gli studi nonostante la loro media dei voti finali non raggiungesse il 6.

manuali maturità 2021

In questo caso, è stato deciso di attribuire un numero di crediti pari a 6, con la possibilità di integrarlo nello scrutinio finale del 2021. Questa integrazione, tuttavia, non può essere superiore al punto.

I NOMI DEI PRESIDENTI ESTERNI DELLE COMMISSIONI

Bisognerà attendere i primi di giugno per scoprire a quale scuola e a quale classe sarà assegnato un commissario per la maturità 2021, ma ad oggi quello che sappiamo è che gli uffici regionali scolastici hanno pubblicato la lista di professori disponibili per questo ruolo. Qui la lista completa regione per regione:

LA TESINA

Altro argomento che provoca forti incertezze e ansie negli studenti è l’elaborato finale. Per alcuni studenti, si tratta del primo progetto portato avanti in autonomia e questo potrebbe provocare delle insicurezze.

Per prima cosa, occorre specificare il formato dell’elaborato. Come sapete, deve essere una presentazione da esporre in forma orale durante l’interrogazione finale. In molti si chiedono quali siano le regole da seguire per scrivere la tesina perfetta, ma la verità è che queste non esistono. Non esiste alcun formato standard, infatti la presentazione può essere svolta sotto forma di presentazione Powerpoint o di relazione scritta su World, può essere un progetto fisico oppure multimediale.

L’argomento dell’elaborato andrà deciso dal consiglio di classe in modo da coinvolgere diverse materie. I professori hanno libera scelta sull’assegnazione: possono decidere di assegnare all’intera classe lo stesso argomento, un argomento diverso ad ogni studente oppure macro-argomenti da dividere per gruppi di studenti. Anche in questo ultimo caso, tuttavia, il lavoro dovrà essere svolto in modo individuale e non andrà inteso come un progetto di gruppo.

manuali maturità 2021

Ma non ti preoccupare, non sarai mai veramente lasciato solo nella scrittura dell’elaborato. Il consiglio di classe può infatti scegliere un tutor per ogni studente che lo aiuti a sviluppare il tema della tesina e a metterlo in pratica nel modo più efficace.   

CONDIVIDI L'ARTICOLO

ARGOMENTO

SI È PARLATO DI


La storia di Luca Venturelli per la giornata mondiale della disabilità, da “scappare dalle reazioni” al sogno delle Paralimpiadi

luca venturelli

Luca Venturelli è un atleta, frequenta la scuola secondaria di secondo grado ed è sempre molto gentile e accogliente. Tra le sue caratteristiche c’è anche quella di essere autistico e lui spiega con molta dolcezza e chiarezza, i suoi punti di forza e le difficoltà che incontra nella sua vita quotidiana. La sua passione per l’atletica è nata quando era molto piccolo. Non riuscendo a comunicare e ad esprimere il…

La reazione di un’insegnante a un’umiliazione da parte di un genitore spopola sul web e diventa virale

reazione di un'insegnante 2023

Un’insegnante ha subito un’umiliazione da parte di un genitore, ma la sua reazione sul web in poco tempo spopola e diventa virale. Non è una notizia del tutto nuova che uno studente manchi di rispetto a un docente e che, spesso, questo comportamento porti i genitori a prendere le parti dei loro figli a discapito degli sforzi educativi profusi da chi lavora nell’ambiente scolastico. Questa è la storia di Julie…

L’importanza della valutazione in itinere che la pedagogia contemporanea vorrebbe abolire

valutazione in itinere

Lo scopo della valutazione non è quello di classificare gli alunni, ma quello di capirli e aiutarli nel percorso della loro formazione, attraverso esperienze di apprendimento significative, per permettere a tutti di sviluppare nel miglior modo possibile le loro capacità, intelligenze e attitudini. Quando valutare: prima, durante, dopo Valutazione e rapporti con le famiglie Nuovo! Pronti per la prova Invalsi 2024? Le Prove Nazionali INVALSI 2024 si svolgeranno da marzo…

Essere uno studente disabile non vuol dire essere uno studente di serie B, c’è bisogno di più educatori dedicati

studente disabile

Nico Acampora, ideatore e presidente di PizzAut, catena di pizzerie gestite da ragazzi autistici, mette in luce il problema che, da anni, lamentano anche molte altre famiglie: nella scuola italiana c’è carenza di educatori. A causa della mancanza di fondi, molti studenti disabili si trovano senza assistenza educativa o comunque con ore assegnate decisamente insufficienti. “Essere uno studente disabile non significa essere uno studente di serie B”, dichiara Acampora il…

La preside dice stop ai tablet: “Meglio gli appunti su carta, sfruttate la creatività generata dall’uso della mano”

stop ai tablet

Il tablet come strumento per prendere appunti a scuola è stato oggetto di un chiaro “no” da parte della dirigente scolastica del liceo artistico Melotti di Cantù, Anna Proserpio. In una recente comunicazione diretta agli studenti, la dirigente si è espressa in modo deciso a favore dell’appunto a mano, entrando così nel dibattito in corso anche in altre istituzioni scolastiche riguardo all’utilizzo dei mezzi tecnologici nell’apprendimento. Pur riconoscendo eccezioni per…

Esempi di didattica laboratoriale di matematica per la classe prima in Festa a sorpresa

didattica laboratoriale di matematica per la classe prima

In Festa a sorpresa i numeri vengono presentati sempre con collegamenti a esperienze reali, mentre la continua presenza della linea dei numeri ha lo scopo di far interiorizzare il loro carattere ordinale. È consigliabile avviare fin da subito lo studio della matematica con attività che prevedono la collaborazione di tutti i compagni: le situazioni di gioco sono particolarmente utili quando si tratta di introdurre i concetti di addizione e sottrazione….

Le caratteristiche di una didattica STEAM

steam

STEAM è un acronimo composto dalle iniziali di alcune discipline: Science ➜ Scienze, lo studio del mondo e dei fenomeni della natura. Technology ➜ Tecnologia, non solo digitale, che comprende qualsiasi artefatto o opera che derivi da un processo trasformativo intenzionale da parte dell’uomo. Per questo motivo, ogni prodotto creato dai ragazzi per la risoluzione di un problema è tecnologia. Tecnologia comprende il Coding. Engineering ➜ Ingegneria, il processo di…

L’affettività e i sentimenti non possono diventare materia scolastica perché si imparano meglio per strada, in famiglia, ovunque

affettività

Dopo la tragica morte di Giulia Cecchettin, Paolo Crepet, psichiatra e sociologo, esamina le possibili cause del gesto estremo attribuito a Filippo Turetta. Secondo Crepet, il problema principale risiede nella gestione della frustrazione da parte dei giovani, un apprendimento che, a suo avviso, è stato insufficiente a causa di un’eccessiva protezione genitoriale. Il tentativo dei genitori di preservare i propri figli da sofferenze e frustrazioni finisce per renderli incapaci di…

Le soft skills non sono da considerare un ulteriore carico a danno degli insegnanti ma uno strumento anche in grado di valorizzare l’azione didattica quotidiana

soft skills

Le soft skills, come precisione, resistenza allo stress e problem solving, sono molto importanti nel lavoro di oggi. Queste sono abilità che aiutano a fare bene nel mondo del lavoro. Gli insegnanti stanno cercando di preparare gli studenti ad affrontare il lavoro per la prima volta. Le soft skills per l’efficacia personale aiutano a sviluppare la creatività e l’equilibrio. Queste sono importanti anche quando si affrontano compiti noiosi. Le competenze…

L’educazione all’affettività si studia in 10 paesi europei su 25, l’Italia non è tra questi

educazione all'affettività

Non solo l’analisi della struttura linguistica delle lingue, ma sempre più frequentemente, la scuola italiana viene chiamata a insegnare le grammatiche della vita, specialmente in risposta agli eventi emotivamente intensi di cronaca nera che coinvolgono i giovani. Nei recenti mesi, gli episodi di violenza e tragedia che hanno scosso l’Italia, da Casalpalocco a Caivano, passando per Palermo fino a Vigonovo, hanno spinto sempre più a preparare preventivamente gli studenti di…

great

È nato #altuofianco Sostegno

X