Quantcast
La rivista per la scuola e per la didattica
kit per la valutazione APPRENDIMENTO

Come allenare la lettura a voce alta in classe prima: ecco da dove iniziare

In classe prima, dopo i primi mesi di scuola, i bambini cominciano a fare grandi passi nel mondo della lettura. È fondamentale, per consolidare l’abilità strumentale, un esercizio di 10 minuti al giorno invece di una scorpacciata nel weekend.

Prima di tutto è importante essere tanto pazienti perché imparare a leggere è davvero difficilissimo! La strategia migliore è quella di presentare la lettura come un gioco, preparando delle carte con le sillabe da far leggere in modo veloce, di utilizzare i programmi nel web che consentono di leggere le parole e collegarle alle immagini. Un altro strumento molto utile è sicuramente anche il tachistoscopio link esterno, un gioco di lettura veloce, dove è possibile regolare la velocità, la tipologia e la difficoltà delle parole.

Dopo che la lettura di sillabe diventa consolidata, è necessario passare alla lettura di semplici testi e libretti che siano di facile lettura ma anche accattivanti e stimolanti. In qualsiasi libreria o in biblioteca si possono trovare vari libri adatti a questa età capaci di consentire quindi un’autonomia nella decodifica e dei piccoli passi verso una lettura più gratificante e significativa che non si riduca solo all’esercizio strumentale.

Una collana molto interessante che mi sento di consigliare è LILLIPUT link esterno, nella quale si trovano libri adatti ai bambini della classe prima, di facile lettura e anche molto piacevoli.

lilliput

È importante che i bambini abbiamo la possibilità di scegliere un libro di loro gradimento per far sì che la lettura sia emozionante e partecipata.

Per sostenere la fatica di leggere è consigliato accompagnare la lettura dei bambini utilizzando alcune valide strategie:

  • Un po’ io, un po’ tu. Far leggere una parte al bambino e una parte la legge l’adulto.
  • Facciamo le voci. Dividere la lettura in base al tipo di personaggio che racconta.
  • Leggiamo le immagini. Per una “lettura” prima della lettura, dove provare a fare inferenze e immaginare la storia prima di leggerla sul serio.
  • Rilettura a teatro. Rileggere di nuovo la storia facendo finta di essere in un palcoscenico, cercando di usare vari toni di voce per dare ritmo alla storia.
  • Leggi che ti racconto. Prima lettura da parte dell’adulto dove alla fine viene chiesto al bambino di raccontare con le sue parole la vicenda. Dopo gli si farà rileggere la storia.

Superata la prima fatica della decodifica, i bambini scopriranno il piacere di leggere e la magia che ogni storia racchiude.

Pubblicità

CONDIVIDI L'ARTICOLO

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

great

Risorse Back to School

X