La rivista per la scuola e per la didattica

OPINIONI

“Mio figlio non legge mai, che devo fare?”: i consigli dell’insegnante scrittore Enrico Galiano

Nell’era del digitale, dei videogiochi e dei cartoni animati a portata di mano diventa sempre più difficile far appassionare i propri figli alla lettura. Tuttavia diverse ricerche hanno dimostrato che la lettura stimoli l’immaginazione e l’intelligenza in modo diverso e più efficace rispetto al contenuto audiovisivo. Ma come fare a far leggere i propri figli? Ecco alcuni preziosi consigli che il professore e scrittore Enrico Galiano ha rivelato sul ilLibraio.it.

ABITUALO FIN DA PICCOLO

Uno dei migliori modi per crescere un figlio che abbia una passione per la lettura è abituarlo fin da piccolo a praticarla. Fatti vedere da lui con dei libri in mano, perché si sa, l’imitazione gioca un ruolo importantissimo nello sviluppo dei più piccoli. Leggergli la storia della buonanotte prima di andare a dormire, ad esempio, è una buona pratica per avvicinarlo al mondo della lettura fin dai primi tempi. Ricorda, il cervello è un muscolo e va allenato!

NON COSTRINGERLO A LEGGERE I TUOI LIBRI

La lettura deve essere vissuta come un momento di crescita, ma anche e soprattutto di svago, non come una forzatura o come un fallimento se non si riescono a leggere più di dieci pagine in uno stesso libro. Se i bambini si autoconvincono o vengono convinti dai genitori del fatto che il proprio insuccesso nella lettura sia colpa loro, verranno solo allontanati dai libri ed è esattamente ciò che vogliamo evitare.

Allo stesso tempo, è bene controllare che il processo di lettura stia procedendo nel modo corretto e aiutarlo nel momento del bisogno. Non costringerlo a leggere non significa necessariamente permettergli di dimenticarsi dei libri in assoluto. Occorre porre dei limiti, seppur flessibili. Una buona pratica potrebbe essere, ad esempio, quella di far leggere al proprio figlio un libro al mese, non di più, non di meno, ma facendolo scegliere a lui o a lei.

Continua a leggere dopo la pubblicità

IL LIBRO SI SCELGONO. NON IMPORLI!

Non è detto che i libri che sono piaciuti a noi alla loro età debbano automaticamente piacere anche ai nostri figli. Come ben sappiamo, ognuno ha i propri gusti, i propri interessi e le proprie preferenze. Inoltre, i tempi cambiano. Fai scegliere il libro che dovrà leggere al tuo piccolo o alla tua piccola e in questo modo contribuirai ad aumentare la sua autostima. Il fatto di prendere delle decisioni da soli farà sentire i bambini più autonomi e più “grandi”.

PORTALO IN BIBLIOTECA

Far scegliere i libri al tuo bambino è un lavoro che costerà parecchio, sia dal punto di vista di energie che da quello del portafoglio. Per questo motivo, è consigliabile prendere dei libri in prestito dalla biblioteca piuttosto che comprarne di nuovi, considerando che le possibilità che finiscano abbandonati sul comodino sono comunque alte all’inizio del processo di lettura. Nei primi periodi sarà dura, ma non bisogna mollare. Con il tempo, i nostri figli ci ringrazieranno per aver insistito su una pratica così importante come quella della lettura.

E tu cosa ne pensi dei consigli di Enrico Galiano? Condividi il contenuto e scorri verso il basso per scoprire altre interessanti notizie 

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Pubblicità

LEGGI ANCHE

Lascia un commento

Open chat